Social Media Marketing

A scuola di comunicazione dalle serie tv: Grey’s Anatomy

scuola-di-comunicazione-da-greys-anatomy

Era il 2005 quando andò in onda su Fox Life la prima puntata del medical drama più famoso di questi anni, Grey’s Anatomy.
Devo essere sincera, non mi sono appassionata subito alla serie ma solo molti anni dopo, sfruttando una delle tante repliche su La7D, ho iniziato a guardare gli episodi con costanza.

Come ti dicevo nel post su Una mamma per amica, le serie tv sono un ottimo esempio cui prendere spunto per la propria comunicazione online.
Vediamo insieme in questa puntata di “A scuola di comunicazione dalle serie tv” che cosa ci insegnano Meredith e i suoi colleghi.

L’empatia

Empatia significa letteralmente ‘sentire dentro’, ed è quella qualità che, come una specie di pilota, ci aiuta a regolare linguaggio e comportamento in base alla situazione e allo stato d’animo altrui. È una caratteristica molto evidente in Grey’s Anatomy, dove in ogni puntata viene messo in scena il coinvolgimento dei medici nella storia dei loro pazienti, che genera a sua volta empatia in noi spettatori.

La comunicazione in generale, ma ancor di più quella che avviene sui social, richiede grandi dosi di empatia. Online non vediamo in faccia il nostro interlocutore e spesso è molto complicato interpretare e comprendere toni e sfumature. Mettersi in sintonia con il proprio pubblico è la vera sfida della comunicazione online!

Il colpo di scena

Incidenti aerei, malattie gravi dei protagonisti, catastrofi naturali: Shonda Rhimes, la sceneggiatrice di Grey’s Anatomy, la sa lunga su come interrompere il normale flusso della trama e creare un colpo di scena.
Il colpo di scena è quell’elemento che, se ti sei distratto a controllare il feed di Instagram sullo smartphone, ti riporta l’attenzione sulla storia e ti coinvolge in modo immediato.

Anche in comunicazione si applica una strategia simile, chiamata pattern interruption. Così come il colpo di scena, lo scopo della pattern interruption è quello di interrompere un flusso comunicativo e richiamare l’attenzione; da sfruttare con cura quando abbiamo bisogno di lanciare un nuovo prodotto o condividere una novità.

Non solo medici

Ti immagini che noia se i personaggi di Grey’s Anatomy parlassero solo in linguaggio medico e ogni puntata mostrasse esclusivamente laparoscopie, trapianti e clampaggi di aneurismi? Sarebbe interessante per ben poche persone.
Nonostante le puntate abbiano luogo al 90% lungo i corridoi e nelle sale operatorie dell’ospedale, ciò che ci fa appassionare sono le storie dei protagonisti, le loro relazioni e la loro vita che va oltre il fatto di essere dei medici.

Questo vale anche per i tuoi canali social. Se condividi solo aspetti tecnici e specialistici inerenti alla tua attività e al tuo settore, scatterebbe subito l’effetto noia e ben pochi avrebbero interesse a seguirti.

Tutto cambia

Grey’s Anatomy esiste da tredici anni ed è naturale che in tutto questo tempo ne siano capitate di cotte e di crude nella serie: Meredith è maturata e ha superato alcune delle sue paure, alcuni personaggi non ci sono più e il nome dell’ospedale stesso è cambiato più volte nel corso delle stagioni.

Il cambiamento è nel DNA delle storie e della vita, e i social network sono un ottimo strumento per raccontare tutto questo. Non avere paura di condividere le metamorfosi della tua attività, dalle più piccole alle più grandi. I tuoi clienti si sentiranno partecipi e avranno una migliore percezione del tuo brand.

 

Secondo te che cos’altro ci hanno insegnato i medici di Grey’s Anatomy? Scrivicelo nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *