Social Media Marketing

8 consigli per far funzionare il tuo account Instagram

8 consigli per far funzionare il tuo Instagram

È sotto gli occhi di tutti: Instagram sta acquistando una popolarità galoppante e non accenna ad arrestare la sua ascesa con 16 milioni mensili di utenti attivi già dall’inizio dell’anno. Se non sei tanto pratico del social che ha scavalcato Twitter, ecco 8 consigli di base per ottenere qualche risultato migliore sulla piattaforma.

1. Usa un nickname comprensibile e facile da memorizzare

Partiamo dall’inizio: il nome con cui sarà identificato il tuo account. Non scegliere nomi complessi o poco memorizzabili: uno dei tuoi scopi è far sì che le persone si ricordino di te e interagiscano. Come possono farlo se ti chiami wzxjyrn43? Evita anche nomi troppo lunghi o con milioni di underscore impossibili da taggare (e non usare nomi imbarazzanti come trottolinoamorosodududadada!). Mai pensato di usare il tuo vero nome o quello della tua attività? Spesso la semplicità è la strada giusta.

2. Non impostare il tuo account su Privato

Può sembrare scontato, ma se permetti solo a quattro persone di vedere i contenuti che pubblichi è abbastanza ovvio che avrai pochissime interazioni. Puoi sempre rendere il tuo account pubblico e guarda in su, guarda in giù, blocca l’accesso a chi vuoi tu.

3. Aggiungi sempre una didascalia alle tue foto

Non dico di scrivere la Divina Commedia sotto ogni foto come va tanto di moda adesso, non sempre occorre partire dalla Genesi per stimolare una conversazione, ma di Ungaretti ce n’è uno e tutti gli altri son nessuno. Sforzati di andare oltre il “m’illumino d’immenso” del tuo ennesimo post su un banalissimo tramonto e prova a mettere due righe in croce per dare un senso alla tua foto. Vedrai, è un valore aggiunto non da poco e aiuterà il coinvolgimento del tuo pubblico!

4. Gli hashtag, questi sconosciuti

Che ti piaccia o no, gli hashtag sono di vitale importanza su Instagram e dovrebbero essere scelti con cura per ogni post. Lo so, è una gran scocciatura ma necessaria se vogliamo che il nostro account sia trovato nella delirante competizione di questo social. Partendo dal presupposto che gli hashtag servono a circoscrivere un post e che dovrebbero essere sensati, capirai che è necessario evitare di usare hashtag abusati come #TagForLikes #likeback #pleasefollowme ecc. Da evitare come la peste anche hashtag inutili come #ioetebestfriendforever #tuttialmareamostrarlechiappechiare ecc. Banditi anche i trenini di hashtag.

5. Rispondi sempre ai commenti

A meno che tu non sia Rihanna e per forza di cose non riesca a star dietro alla mole ingestibile di commenti, cerca di rispondere sempre alle persone che hanno dedicato del tempo a scriverti, questo consoliderà il rapporto con i tuoi follower.

6. Posta solo contenuti originali

Mentre lo scrivo mi sembra lapalissiano, ma facendo un giro su qualche account mi viene il dubbio che proprio così scontato non sia: le foto che posti devono essere tue, intesi? Non si prendono le foto da Google Immagini, non si fregano da altri account (perlomeno senza citarli o senza consenso esplicito). Se nella tua strategia sono previsti contenuti di altri, assicurati di dare loro la giusta importanza trasformando un furto in una condivisione di UGC (user generated content). Con attribuzione, ovvio!

7. Non far crescere l’account con l’acquisto di follower

Sono anni che gli esperti di social media marketing lo dicono, eppure la pratica di compravendita di follower è sempre molto attiva. Il fatto è che, oltre ad essere sbagliato, è dannoso per la tua crescita: a cosa serve avere numeroni se poi le interazioni stanno a zero?

8. Definisci una strategia

Qual è la tua frequenza di pubblicazione su Instagram? Tutti i giorni? Più volte il giorno? Tre volte a settimana? Stabilisci una regola e cerca di mantenerla: le persone amano essere rassicurate. È importante decidere che tipo di foto postare seguendo uno stile e un filone tematico che ti rispecchi.

Se ti interessa l’argomento, ti suggerisco la lettura di questi due post:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *